La comunicazione fa conoscere la vostra attività senza limiti o vincoli, non vende i vostri prodotti, attenzione a discernere

di Alessio Marrari

In questo breve articolo vorrei chiarire ciò che spesso viene frainteso nel primo approccio con numerosi titolari di azienda. E’ fondamentale conoscere ciò che un’impresa di comunicazione web svolge, per evitare successive incomprensioni. La domanda che più mi viene rivolta è: “allora ti fornisco tutti i listini ed i prodotti cosi li puoi proporre?” Chiaramente è lecito chiedere quanto cortesia spiegare determinati concetti, più che rispondere sull’argomento. Ho sempre detto ai titolari di attività, ” pur volendo vendere i tuoi prodotti, ti sei mai chiesto a chi se nessuno conosce la tua attività?” Il primo approccio necessario alla buona riuscita di una campagna marketing è, secondo i canoni di responsabilità dell’azienda cliente, la chiarezza di idee e la buona organizzazione interna dei procedimenti produttivi, amministrativi e commerciali. Premesso che quello della comunicazione sia un nuovo approccio ai mercati di brand, ancora in Italia non identificato con trasparenza dagli imprenditori fruitori di tali consulenze e servizi, posso esplicitare il concetto di “comunicazione” con i connotati precisi del “far conoscere” e se dovessi estrapolarne una definizione suonerebbe cosi ” la comunicazione serve a far conoscere in modo mirato e personalizzato tutto lo scibile che ruota intorno alla vostra attività, attraverso l’utilizzo del web, degli strumenti legati ad esso e secondo i canoni dettati dalle tecniche di comunicazione sempre in continua evoluzione.”

Cerchiamo in breve di evidenziare alcuni concetti. Il primo pensiero che, inevitabilmente, balena nella mente di molti si configura nel convincersi di poter fare da soli ciò che l’impresa di comunicazione sta elaborando per poi applicare al caso specifico di quel cliente. Qui devo “brutalmente” sfatare tali ovvietà. Esattamente come nelle vostre attività, qualsiasi mestiere necessita di preparazione certosina, aggiornamenti, applicazione e pianificazione. Il fatto di possedere degli account personali sui social network non significa che ci si possa sostituire ai social media manager, proponendo un arraffazzonato marketing peraltro improvvisato che, poi, alla lunga, porterà inevitabilmente, attraverso i mancati riscontri, alla deriva la vostra nave, costringendo poi chi dovrà occuparsene ad “imprese” di “risollevamento” per la conseguente navigazione.  Cosa avreste pensato se il vostro consulente di comunicazione web fosse venuto a farvi scuola in merito a quello che è il settore in cui siete specializzati da molti anni? A dirvi come fare il vostro lavoro detto in parole povere, che considerazioni ne avreste tratto? Appunto in virtù di tale pensiero, sappiate che un professionista che si occupa di comunicazione equivale a qualsiasi altro manager impiegato in un lavoro di diversa entità e visti i tempi di crisi in cui quasi tutte la attività necessitano di aiuto e spinta, sarebbe bene rispettare il lavoro degli altri affidandosi ad un comunicatore e fidandosi di lui che è lì per voi oltre che per il suo lavoro chiaramente.

Non dimentichiamoci, infine, che la comunicazione come detto sopra mette a conoscenza vendendo “voi stessi” al pubblico potenziale cliente e sopratutto non perdete mai di vista il concetto che sarà sempre il vostro impianto commerciale a vendere i prodotti spesso e volentieri proprio ai nominativi di privati o aziende che arrivano da voi solo grazie alla comunicazione che ha precedentemente fatto un buon lavoro nell’incuriosire parecchie realtà con le quali sarete voi a relazionarvi come è sempre stato.

Ad ognuno il proprio lavoro.

Be Sociable, Share!